Seleziona una pagina

Solo la sfortuna ha impedito al Vicenza di portare a casa i 3 punti in una partita a senso unico nei 90’ in favore delle padrone di casa. Partita che si è giocata quasi sempre nella trequarti difesa dall’Isera che ha saputo tuttavia sfruttare una delle poche occasioni avute. 

 

Fischio d’inizio alle 14:32, primo pallone per il Vicenza. 

Dopo soli 4’ arriva immediatamente la rete dell’Isera: Gazzini colpisce di petto un cross che arriva dalla sinistra, così facendo mette in movimento Sartori la quale controlla la palla all’interno dell’area piccola, tiro ad incrociare che colpisce il palo più lontano ed ospiti subito in vantaggio per 0-1. 

Isera che prova ad ipotecare la vittoria su un Vicenza spiazzato che fatica a reagire, al minuto 21’ ripartono ancora le ragazze di Zorzutti e nuovamente sulla fascia sinistra, questa volta è Pisoni palla al piede a spostare gli equilibri entrando in area, da ultimo uomo Fasoli fa sentire la propria fisicità e atterra l’avversaria in maniera regolare, forse è qui che il Vicenza svolta davvero la sua gara. 

 

Dopo 6’ le Biancorosse ottengono un calcio di punizione, Cattuzzo si fa carico della battuta; la giocatrice opta per un cross al centro vista la distanza, la palla tuttavia prende una strana traiettoria e si dirige verso la porta, Valenti è costretta a togliere il pallone dalla porta in tuffo. 

Dopo poco più di mezz’ora dal calcio d’inizio l’Isera sbaglia in fase d’impostazione un passaggio banale e regala il possesso a Basso, quindi giro-palla biancorosso da una parte all’altra del campo dove Dal Bianco è libera di crossare: traversone molo interessante su cui però non arriva nessuna. 

Altri 5’ ed il Vicenza ci riprova: Piovani con un bel lancio lungo trova Basso sulla sinistra, finta del numero 9 per saltare il difensore in pressione e cross basso al centro per Bauce, conclusione dell’ala Biancorossa che finisce dritta contro il portiere senza che questa se ne accorga. 

 

Anche il capitano inizia ad avanzare, proprio Missiaggia, infatti, tocca il pallone per Bauce in cerca del triangolo, la giovane viene però costretta a portarsi vicino alla bandierina del calcio d’angolo; un buon dribbling proprio le permette di crossare al centro, dove Missiaggia fa valere la propria abilità di testa, sfiorando la rete del pareggio. 

Nel finale della prima metà Palmiero Herrera rischia di combinare un pasticcio: temporeggiando troppo su un rinvio finisce per colpire l’avversaria in pressing su di lei, si fa subito perdonare il 26 del Vicenza che con un grande riflesso blocca la sfera indirizzata verso la porta dopo il rimpallo. 

 

Fine Primo Tempo 

Primi 45’ che sono stati abbastanza equilibrati soprattutto nel possesso palla, nella seconda metà del primo tempo l’Isera ha iniziato a difendere il punteggio e continuerà così fino alla fine, compiendo anche diversi falli, atteggiamenti che hanno sicuramente innervosito le calciatrici del Vicenza. 

Durante l’intervallo esce Salvetti dell’Isera, la sostituisce Postinghel 

 

Inizio Secondo Tempo 

Ad appena 1’ dalla ripresa Basso salta due avversarie nella zona sinistra del campo, si accentra fino al limite dell’area piccola e tira sul secondo palo con una conclusione speculare a quella che ha portato avanti l’Isera, questa volta però il portiere riesce a sfiorare quel tanto che basta per spedire il tiro fuori dallo specchio, seppure di poco. 

Altri 3’ ed il Vicenza ottiene un altro calcio d’angolo, Dal Bianco cerca una compagna in area e, dopo diversi tentativi della difesa di allontanare la palla di testa, è Broccoli ad ottenere il possesso in area, la numero 3 calcia in virata andando non lontana dalla traversa. 

 

Ha inizio il vero e proprio dominio biancorosso: Basso serve Broccoli sulla fascia, cross al centro leggermente deviato che giunge lo stesso a destinazione: Bauce a 2/3 metri dalla porta colpisce di ginocchio, la palla si impenna e finisce fuori, sicuramente l’occasione più ghiotta del match. 

1’ dopo è ancora Basso a farsi sentire: dribbling che manda al bar due avversarie e tiro rasoterra dal limite dell’area, conclusione che colpisce il palo alla destra del portiere e finisce fuori. 

 

Primo giallo della partita che arriva al 58’, un po’ tardi secondo i tifosi del Vicenza che fanno sentire il loro disappunto: ammonita Sartori, autrice dell’unica rete segnata fin qui. 

Esce dunque Maddalena, al suo posto fa il suo ritorno in campo dopo un lungo stop causato dall’infortunio rimediato in nazionale la numero 10 Kastrati. 

Passano altri 5’ e arriva un altro cartellino giallo, ammonita Pace M. dell’Isera. 

Fa poi il suo ingresso in campo anche Frighetto, esce dal campo Broccoli che ha disputato una buona partita. 

Al 73’ terza ammonizione per l’Isera, giallo ai danni di Turrini. 

Sul calcio di punizione dai 25m Basso prova la conclusione diretta in porta che termina di poco alla destra del portiere. 

Altra sostituzione, sale Campana e scende Berolini per l’Isera. 

 

Frighetto sfoggia le sue grandi doti fin da subito: dalla tre quarti vicino all’out di destra infatti serve uno splendido cross che taglia tutto il campo e finisce a Kastrati in area sul secondo palo, conclusione di testa che per poco non finisce in rete. 

Dopo una prestazione sottotono rispetto a come ci ha abituati, ma avendo comunque disputato una buona partita, Bauce lascia il campo per De Vincenzi. 

Il Vicenza guadagna un calcio di punizione dalla sinistra, mattonella interessante e molto simile a quella che ha permesso di sfiorare il gol al 9 biancorosso; è proprio Basso ad andare sul punto di battuta, la bomber del Vicenza mostra tutta la sua intelligenza tattica ed il suo altruismo servendo Dal Bianco con un pallone rasoterra, la difesa spiazzata che si aspettava la conclusione a rete non può nulla contro la conclusione a porta spalancata dell’11 vicentino che segna l’1-1 al minuto 82’. 

Altra ottima occasione per trovare il decimo gol stagionale per Basso che colpisce di testa l’ennesimo cross preciso al millimetro di Frighetto, la palla impatta nuovamente sul palo destro e viene poi spazzata dalla difesa. 

La partita si conclude con gli ingressi di Scaroni e Razzano (rispettivamente di Vicenza ed Isera) che sostituiscono Piovani e Pisoni. 

 

Fine Partita 

 

TABELLINO 

Vicenza Calcio Femminile – Isera Femminile 1-1 (0-1) 

 

VICENZA CALCIO FEMMINILE 

26 Palmiero Herrera, 3 Broccoli (dal 69’ 20 Frighetto), 24 Maddalena (dal 58’ 10 Kastrati), 4 Missiaggia (c), 21 Cattuzzo, 6 Battilana, 33 Fasoli, 8 Piovani (dal 89’ 19 Scaroni), 9 Basso, 11 Dal Bianco, 2 Bauce (dal 81’ 27 De Vincenzi) 

A disposizione: 17 Bianchi, 13 Balestro, 28 Lugato, 5 Pegoraro, 30 Montemezzo 

All. Dalla Pozza Moreno 

 

ISERA 

1 Valenti, 2 Stedile, 7 Turrini, 8 Bertolini (dal 76’ 20 Campana), 9 Gazzini, 10 Muco, 11 Pisoni (dal 90+2’ 22 Razzano), 17 Pace M., 18 Campostrini, 21 Salvetti (da int. 5 Postinghel), 74 Sartori 

A disposizione: 3 Manconi, 13 Tesini, 15 Manica, 16 Pace I., 20 Campana, 23 Planchestainer 

All. Zorzutti Luca 

 

Marcatrici: 4’ Sartori (I), 82’ Dal Bianco (V) 

Arbitro: Olmi Zipilli Federico (Mantova) 

Assistenti: Manzardo Marta, Resistente Sara (Vicenza) 

Ammonite: 58’ Sartori (I), 64’ Pace M. (I), 73’ Turrini (I) 

Recupero: 1’; 5’ 

 

RISULTATI DAGLI ALTRI CAMPI 

Atletico Oristano 0-0 VFC Venezia Calcio 

Brixen Obi 2-1 Portogruaro Calcio Femminile 

Femminile Riccione 0-3 Bologna Women 

Mittici 0-1 Triestina Calcio Femminile 

Trento Calcio Femminile 4-1 SPAL Calcio Femminile 

Venezia Calcio Femminile 5-0 Jesina Femminile 

Vis Civitanova 2-4 Padova Femminile 

 

CLASSIFICA 

  1. Brixen Obi 17 pt.
  2. Vicenza Calcio Femminile 17 pt.
  3. Trento Calcio Femminile 17 pt.
  4. Venezia Calcio Femminile 16 pt.
  5. Femminile Riccione 15 pt.
  6. VFC Venezia Calcio 12 pt.
  7. Bologna Women 9 pt.
  8. Atletico Oristano 8 pt.
  9. Portogruaro Calcio Femminile 7 pt.
  10. Jesina Femminile 7 pt.
  11. Isera 7 pt.
  12. Padova Femminile 6 pt.
  13. Triestina Calcio Femminile 6 pt.
  14. Mittici 6 pt.
  15. SPAL Calcio Femminile 4 pt.
  16. Vis Civitanova 2 pt.

 

Christian Berno

Ufficio Stampa Vicenza Calcio Femminile