Si apre il sipario sulla nuova stagione. Alle 12 di oggi, al Ristorante all’Angolo di Altavilla, è stato presentato il nuovo organigramma del Vicenza Calcio Femminile, che si appresta ad affrontare il campionato di Serie C 2021/2021.

Una rivoluzione in casa biancorossa, a cominciare dai vertici. Erika Maran è la nuova Presidente del club berico, a sugellare la nuova collaborazione con L’Unione La Rocca Altavilla SSD RL e con l’Altavilla Calcio. Partendo da una visione comune riguardo la promozione del calcio secondo i principi della Carta Etica dello Sport, le società, pur mantenendo ognuna la propria autonomia, hanno deciso di intraprendere insieme un percorso di crescita reciproca, con un progetto che si prefigge di continuare a diffondere i valori che da sempre sono stati perseguiti dalle società, ottimizzando le risorse umane e quelle economiche, gli impianti sportivi e le attrezzature in generale.

Come Vicepresidente è stato nominato Andrea Acerbi, mentre i Consiglieri sono, nell’ordine: Federico Agresti, che ricoprirà anche il ruolo di Direttore Sportivo, come nella passata stagione, Sabrina Marzari, Alberto Pomi e Gaia Righetto. Infine, Mauro Padovan è il Segretario Generale mentre Andrea Gobbato il Responsabile del Settore Giovanile.

Proseguirà comunque anche la collaborazione con il L.R. Vicenza, presente alla conferenza attraverso la figura del responsabile del settore giovanile, Michele Nicolin.

Presente anche l’amministrazione della città di Vicenza, con il Vicesindaco e Assessore allo Sport Matteo Celebron e l’Assessore alle Pari Opportunità Valeria Porelli, che hanno sottolineato il patrimonio che il Vicenza Calcio Femminile rappresenta per la città.

Sono entusiasta di questo nuovo progetto – le parole del Presidente Erika Maran -, al quale credono molte persone. È un progetto che unisce l’Altavilla, l’Unione La Rocca, il Vicenza Calcio femminile e il L.R. Vicenza, e di conseguenza il calcio femminile con il maschile, i ragazzi con le ragazze e gli uomini con le donne, in quanto partiamo dai primi calci fino ad arrivare alle prime squadre. Si tratta di un progetto ambizioso che ci vede cooperare tra quattro società, per dare modo ai nostri giocatori di esprimere un bel calcio, che li possa inoltre formare come uomini e donne. Quattro realtà che si riuniscono col fine comune di promuovere il calcio e i suoi valori, gestendo al meglio le risorse e le infrastrutture del nostro territorio”.

 

Francesco Brun
Ufficio Stampa Vicenza Calcio Femminile