Seleziona una pagina

Striscia di vittorie che tocca quota 5 alla sesta giornata per il Vicenza Calcio Femminile, un momento magico festeggiato in casa del Bologna Women, dove con la vittoria di misura per 1-2 e con il pareggio tra Triestina e Brixen Obi le Biancorosse sono passate al primo posto in classifica. 

Partita combattuta da entrambi i lati, con poche chiare occasioni, ma non per questo noiosa. 

Match che si è sviluppato principalmente al centro del campo, con continui ribaltamenti di fronte che hanno fatto divertire anche i tifosi più distratti, anche se di fatto sarebbe stato difficile perdersi un’azione saliente vista la splendida cornice di pubblico che incitava la squadra di casa in ogni occasione. 

 

L’avvio di questa sesta giornata è sancito dal Bologna che tocca il primo pallone, fischio d’inizio alle 14.34 

A 5 minuti da inizio gara il Vicenza conquista un calcio di punizione in zone centrali rispetto alla porta, incaricata Dal Bianco che prova la conclusione diretta in rete, risponde Bassi con sicurezza parando il tiro centrale. 

Altri 5 minuti e tocca al Bologna: Zanetti riceve un buon pallone in area, alza la gamba destra pronta per il tiro, Missiaggia interviene in scivolata e ferma tutto, intervento da surplus dato che il guardalinee aveva segnalato il fuorigioco convalidato poi dall’arbitro. 

Al 12’ Bauce dal centro-sinistra riesce a liberarsi della diretta avversaria, si propone Broccoli accentrandosi al limite dell’area, al momento dello stop tuttavia è poco lucida e regala palla al numero 1 del Bologna. 

 

Nel complesso fin qui si vede di più la squadra di Dalla Pozza, questo viene poi confermato con il gol: al 20’ minuto Bauce dalla fascia mette in mezzo un buon cross, Basso salta incontro al pallone e la mette dentro sbloccando il risultato e segnando la sua prima rete di testa; 0-1. 

Non si accontenta la 9 Biancorossa che dopo soli 3’ dal gol calcia bene da fuori area, pallone che striscia la traversa, ma finisce comunque sul fondo. 

Grande dimostrazione di carattere, invece, per la squadra emiliana: al 25’ Zanetti, incaricata a battere la punizione dalla sinistra, chiama un bello schema atto a mettere in difficoltà la difesa vicentina; le giocatrici in area faticano a seguire i movimenti del Bologna ed all’arrivo del cross basso, Racioppo è tutta sola e trova facilmente la via del gol, portando il match sul risultato di 1-1. 

A 5’ dall’intervallo Basso prova a riportare avanti i suoi con un cross insidioso sul secondo palo, Bauce col ginocchio controlla il pallone, ma perde l’equilibrio nel tentativo di accentrarsi per il tiro e spreca una buona occasione. 

 

Fine Primo Tempo

Il primo tempo è stato il classico momento di studio dove le squadre giocavano strette (non a caso le reti sono arrivate su un colpo di testa e su una palla inattiva), ma la qualità delle giocate da ambo le parti ha fatto sì che la soglia dell’attenzione non calasse dal 1’ al 45’. 

Nell’intervallo il Bologna sostituisce Benozzo, al suo posto con il numero 17 entra Hassanaine. 

 

Inizio Secondo Tempo 

Dopo altri 7’ di studio in questa ripresa, le squadre iniziano ad allungarsi e ad alzare il pressing: Bauce recupera un bel pallone sulla disattenzione avversaria, sposta la sfera sul sinistro e prove il mancino a rientrare, conclusione tuttavia troppo debole per impensierire Bassi. 

Azione successiva del Bologna che risponde subito alla disperazione del pubblico per la palla persa in area: Racioppo tiene bene la palla nei pressi della bandierina nonostante il raddoppio di marcatura e riesce a crossare a mezz’altezza; si salva la difesa che vede il pallone passare in mezzo a 6 giocatrici senza che venga mai controllato. 

Passa ancora pochissimo, infatti al 55’ Cattuzzo con un passaggio teso verticalizza per Missiaggia, splendida visione di gioco del capitano che con un velo inganna tutta la difesa bolognese e libera Basso defilata sulla sinistra, cross rasoterra sul secondo palo per Bauce che manca di poco il pallone. 

 

Tre minuti dopo il Vicenza effettua una doppia sostituzione: Balestro e Broccoli lasciano spazio a Scaroni e Frighetto. 

Ancora Vicenza al 59’ che dimostra di volere il vantaggio: Bauce si libera sulla fascia grazie all’ennesimo dribbling ben riuscito, cerca a memoria Scaroni vicina al dischetto del rigore, la punta del Vicenza colpisce troppo sotto il pallone che si impenna, sprecando forse l’occasione più ghiotta della partita. 

Al 67’, dopo svariati tentativi di assedio del Vicenza, Dal Bianco decide di provare la conclusione dalla distanza e calcia da circa 27 metri, la traiettoria della palla sul finale si abbassa vertiginosamente, ma non a sufficienza da entrare in rete. 

 

Bologna meno propositivo, ma letale: dopo un bel tiki-taka che scombussola la difesa Biancorossa Palmiero Herrera abbandona i pali convinta di poter arrivare per prima su un passaggio apparentemente sbagliato, Marcanti non è dello stesso avviso e raggiunge il pallone, provvidenziale la scivolata di Battilana con la palla che svirgola e finisce poi in calcio d’angolo. 

Al 76’ al Vicenza viene assegnato un calcio da fermo ad altezza metà campo, dalla destra batte Missiaggia, cross del capitano che diventa quasi un tiro e costringe Bassi a rifugiarsi in corner. 

Serie di sostituzioni dal 77’ al 86’: per il Vicenza Lugato prende il posto di Piovani, tra le fila bolognesi invece sono Rambaldi ed Arcamone a fare spazio per Stagni e Ardeni. 

Mentre vengono indicati i 3’ di recupero, il Vicenza riparte in contropiede grazie al bel lancio di CattuzzoBasso in velocità supera due avversarie, entra in area e calcia alto e centrale, portiere che sfiora la palla, non basta però a negare il nuovo vantaggio Biancorosso, con questo gol il risultato è dunque di 1-2. 

 

Al primo di recupero arriva l’ultimo cambio del match, Maddalena prende il posto di Bauce. 

Punizione da una mattonella molto interessante per le Rossoblù, Cavazzi prede coraggio e va sul punto di battuta, la conclusione a rete finisce tuttavia alla destra della porta difesa da Palmiero Herrera, prima calciatrice ad esultare quando, dopo il tiro sul fondo, l’arbitro fischia tre volte. 

Fine partita.

 

TABELLINO 

Bologna Women – Vicenza Calcio Femminile 1-2 (1-1) 

 

VICENZA CALCIO FEMMINILE 

1 Palmiero Herrera, 15 Broccoli (dal 58′ 10 Scaroni), 13 Balestro (dal 58′ 20 Frighetto), 4 Missiaggia (C), 16 Cattuzzo, 6 Battilana, 3 Fasoli , 8 Piovani (dal 77′ 17 Lugato), 9 Basso , 11 Dal Bianco, 14 Bauce (dal 91′ 18 Maddalena)

A disposizione: 12 Bianchi, 2 Dal Lago, 19 De Vincenzi, 5 Pegoraro 

All. Dalla Pozza Moreno 

 

BOLOGNA WOMEN 

1 Bassi (c), 3 Giuliani, 5 Simone, 6 Rambaldi (dal 83′ 11 Stagni), 8 Racioppo, 7 Perugini, 10 Zanetti, 14 Marcanti, 19 Arcamone (dal 86′ 2 Ardeni), 4 Cavazzi, 13 Benozzo (da int. 17 Hassanaine) 

A disposizione: 11 Stagni, 16 Filippini, 20 Cartarasa, 9 Tovoli, 12 Sassi, 2 Ardeni, 15 Lenzini, 17 Hassanaine, 18 Del Governatore 

All. Galasso Michelangelo  

 

Marcatrici: 20′, 89′ Basso (V), 25′ Racioppo (B)  

Arbitro: Ravara Giacomo (Valdarno)  

Assistenti: Rashed Ibrahim (Imola), Pieretti Dennys (Parma)  

Recupero: 1’; 3’ 

 

RISULTATI DAGLI ALTRI CAMPI 

Isera 1-3 Trento Calcio Femminile 

Jesina Femminile 0-2 Mittici 

Padova Femminile 1-3 Venezia Calcio Femminile 

Portogruaro Calcio Femminile 2-3 Atletico Oristano 

Triestina Calcio Femminile 0-0 Brixen Obi 

VFC Venezia Calcio 1-2 Femminile Riccione 

SPAL Calcio Femminile 0-0 Vis Civitanova 

 

CLASSIFICA 

  1. Vicenza Calcio Femminile 16 pt. 
  2. Femminile Riccione 15 pt. 
  3. Brixen Obi 14 pt. 
  4. Trento Calcio Femminile 14 pt. 
  5. Venezia Calcio Femminile 13 pt. 
  6. VFC Venezia Calcio 11 pt. 
  7. Portogruaro Calcio Femminile 7 pt. 
  8. Jesina Femminile 7 pt. 
  9. Atletico Oristano 7 pt. 
  10. Isera 6 pt. 
  11. Bologna Women 6 pt. 
  12. Mittici 6 pt. 
  13. SPAL Calcio Femminile 4 pt. 
  14. Padova Femminile 3 pt. 
  15. Triestina Calcio Femminile 3 pt. 
  16. Vis Civitanova 2 pt. 

 

Foto: Camilla Tresso

Christian Berno

Vicenza Calcio Femminile