La storia

1994: inizia la nostra avventura!
Nel 1994 nasce il Vicenza Calcio Femminile, grazie alla passione del primo Presidente Mauro Padovan che fonda, assieme ad altri amici dell’ASCA, una società di calcio femminile: l’U.S. Sant’Agostino A.S.C.A. La squadra femminile partecipa inizialmente a dei tornei ricreativi e si iscrive poi al campionato regionale C.S.I. che vince nel 1995. Nel 1996 la squadra viene iscritta al campionato regionale F.I.G.C. in serie C2 Veneto dove, nell’anno successivo, ottiene i primi posti della classifica, balzando così nella categoria della C1.

1999-2000
La società vince la Coppa Disciplina regionale e dal 1999 istituisce il proprio settore giovanile. Nella stagione 2000-2001, grazie al primo posto conquistato in C1, la squadra viene promossa in serie B nazionale e viene cambiato il nome della società in C.F. Vicenza Calcio Femminile. Sempre in questa stagione la società vince nuovamente la Coppa Disciplina regionale e viene iscritto il Settore Giovanile al campionato di serie D Veneto dove conquista il terzo posto in classifica.

2001-2002
Nel campionato di serie B nazionale di questa stagione il Vicenza Calcio Femminile si piazza ad un ottimo quarto posto mentre la squadra giovanile festeggia per il secondo posto raggiunto nel campionato Giovani Calciatrici.

2002-2003
Nella stagione 2002-2003 il C.F.Vicenza Calcio Femminile raccoglie una storica e indimenticabile promozione in A2 con addirittura 5 giornate di anticipo classificandosi al secondo, a soli due punti dalla vetta della classifica. La prima squadra vince inoltre la Coppa Disciplina Nazionale. Anche dal torneo Giovani Calciatrici arrivano grandi soddisfazioni; le ragazze infatti conquistano il campionato vincendo nove partite su dieci (con un unico pareggio) e realizzando ben 28 goal (subendone solamente due)!

2003-2004
Nella stagione 2003-2004 la squadra è diretta ancora dal tecnico Giovanni Poianella, la presidenza passa invece a Giampietro Franzan. I successi ottenuti e le tre promozioni centrate fanno ben sperare ma, malgrado un buon inizio di stagione, le cose si presentano più difficili del previsto. A metà campionato il tecnico Poianella è costretto a lasciare per motivi personali e al suo posto viene chiamato alla guida della prima squadra il tecnico Mario Maraschi che riuscirà a portare la squadra in zona salvezza. Alla guida dell’Under 19 arriva il mister Giorgio Sartori, mentre il settore giovanile riparte da zero con una nuova compagine di atlete alla prima esperienza calcistica. Nonostante la poca esperienze le giovani giocatrici, affidate al tecnico Fabrello, riescono a conquistare il quarto posto in classifica e ricevono i complimenti da parte di molti addetti ai lavori. Nell’agosto del 2003 il Vicenza Calcio Femminile, grazie alla collaborazione del Vicenza Calcio, riceve in gestione il campo sportivo di Via Zanecchin, che diventa sede della società e permette di gestire gli allenamenti delle varie formazioni in modo ottimale.

2004-2005
Al Presidente Franzan succede Carlo Poianella e cambia anche lo staff tecnico. A guidare la prima squadra, che milita in A2, viene chiamato Diego Munaretto. Vengono anche sostituite molte giocatrici nell’ottica di rinforzare la squadra. Alla guida dell’Under 19 viene riconfermato Giorgio Sartori e, nello stesso periodo, nasce anche la squadra Juniores. Con Rolando Mariotto come tecnico quest’ultima affronterà il campionato regionale. Il settore giovanile viene invece affidato al tecnico Giuseppe Gaeta e verrà iscritto al campionato esordienti provinciale. Purtroppo la prima squadra non riuscirà ad evitare la retrocessione in serie B ma avrà comunque la soddisfazione di vincere il Trofeo Lealtà nello Sport. Le Juniores riusciranno invece ad agguantare la vittoria della coppa disciplina.

2005-2006
In questa stagione si decide di rivoluzionare la società. Le file vengono rinnovate con l’ingresso di molte giovani giocatrici che garantiscono futuro e continuità alla società. A guidare la prima squadra viene riconfermato il mister Diego Munaretto, mentre la Primavera viene affidata a Giorgio Sartori. Esordienti e pulcine vengono affidate al tecnico Giuseppe Gaeta. Viene anche attivata una nuova categoria, le Giovani Calciatrici. La categoria Juniores viene congelata, il tecnico Rolando Mariotto si trasferisce quindi con parte dell’organico della squadra a Costabissara. Questa migrazione permette di realizzare un gemellaggio tra le due società vicentine che contribuirà a sviluppare il movimento calcistico femminile nella provincia vicentina. All’avvio della stagione vengono quindi schierate ben cinque squadre, impegnate nei campionati di serie B nazionale, Primavera nazionale, Giovani calciatrici regionale, Esordienti e Pulcine provinciali. A fine stagione la prima squadra ottiene un buon piazzamento a metà classifica, la Primavera raggiunge i primi posti e le altre categorie svolgono un buon campionato.

2006-2007
Ritorna alla presidenza della società Mauro Padovan che, in collaborazione con il suo staff, decide di mettere in atto un piano societario ambizioso. La guida della prima squadra viene affidata al tecnico Federico Agresti, allenatore con esperienza nel calcio femminile e selezionatore della giocatrici del nord-est per la nazionale. In collaborazione con Diego Munaretto, Agresti, avrà il compito di portare la squadra bianco rossa ad alti livelli. Vengono anche strutturate due formazioni della Primavera (A e B) che dovranno giocare nei campionati nazionali. La Primavera A verrà guidata dal mister Rolando Mariotto, mentre la B da Giorgio Sartori. Le esordienti, invece, vengono affidate alle cure del tecnico Giuseppe Gaeta e dovranno confrontarsi con i pari categoria maschili. A fine campionato la prima squadra si piazzerà a metà classifica, le due squadre della Primavera in buona posizione e le esordienti riusciranno a vincere il proprio girone.

2007-2008
Al via del campionato il Vicenza si presenta con molte novità. Alla guida della prima squadra approdano dal Mestre i due allenatori De Bortoli Alessandro e G.Carlo Nascimben, mentre nella primavera, a fianco di Sartori, arriva Munaretto, per dare pi spessore tecnico alla giovane formazione berica. Sparisce una squadra Primavera ma viene costituita una compagine di serie D sperimentale, guidata da mister Mariotto, che serve da appoggio alla prima squadra. Non esiste più la squadra esordienti e al suo posto viene creata la squadra delle Giovani calciatrici che dipenderà dalla Primavera. La stessa viene allenata da mister Munaretto. Grossa novità la comparsa della nuova squadra di calcio a 5 che militerà nel campionato regionale di serie B. Il tutto viene coordinato dalla nuova figura del Direttore Sportivo Federico Agresti.

2008-2009
In questa stagione scompare la realtà della serie D nel calcio a 11, come si sospende l’attività Esordienti a favore delle Giovani Calciatrici, ma nel calcetto nasce la compagine Juniores.
Il campionato di serie B appare più complesso del previsto, ma la formazione biancorossa conclude la stagione con il quarto posto finale, mentre la formazione Primavera disputa la fase nazionale fermandosi ai play-off.
Nel torneo post-campionato di categoria, la Primavera arriva seconda.
Il calcio a 5 purtroppo retrocede dalla serie A in B, mentre le più giovani Juniores si piazzano al secondo posto assoluto.

2009-2010
In questa stagione, dopo la fusione con l’altra realtà vicentina del Valbruna, s’allarga il settore giovanile. Nasce una seconda squadra Primavera con lo scopo di portare le proprie giovani calciatrici ad una crescita personale in modo molto più graduale. Si completa così il quadro giovanile con le squadre Esordienti, Giovani Calciatrici, Primavera B (più giovane),  Primavera A e con la prima squadra in Serie B. Scompare invece la realtà del calcio a 5.
Si realizza inoltre, in sinergia con la Società maschile del Grancona, un progetto denominato “Progetto giovanile femminile” che ha come obbiettivo lo sviluppo del calcio femminile giovanile nel territorio provinciale vicentino e la creazione di rapporti e collaborazioni con le società limitrofe, per essere in futuro un punto di riferimento e un bacino di raccolta delle giovani leve calcistiche femminili.
La serie B conclude il proprio campionato con il terzo posto assoluto ed il buon lavoro svolto ha permesso a molte ragazze di esordire, durante la stagione, nelle rispettive squadre maggiori, dando via così a quel processo naturale di crescita individuale che è alla base di ogni buon vivaio.

2010-2011
La stagione inizia con il ripescaggio della società nella categoria maggiore della serie A2. La scelta ponderata dalla società servirà alla compagine veneta per avere più visibilità in un campionato nazionale più impegnativo. Viene iscritta una squadra nel campionato nazionale primavera, una nel campionato giovani calciatrici regionale e una negli esordienti provinciali. Vengono inseriti nuovi tecnici e nuove figure. Alla guida della prima squadra resta mister Veronese Maurizio, alla guida della Primavera vengono chiamati a dirigerla i mister Berton Claudio e Sinico Angelo, nelle giovani calciatrici viene richiamato mister Giuseppe Gaeta mentre la compagine esordienti viene affidata alla giocatrice della prima squadra Lobbia Chiara. Durante la stagione viene promosso il mister Berton Claudio al ruolo di responsabile tecnico del settore giovanile e la guida della squadra primavera viene affidata al mister Sinico Angelo. Anche lo staff dirigenziale varia. Alla guida della società subentra Acerbi Andrea a Padovan Mauro, che resta all’interno della società con il compito di segretario. Inoltre entra a fare parte della famiglia bianco rossa come Presidente Onorario Volpato Daniela. A fine campionato la compagine vicentina si piazza al quinto posto in classifica generale, un traguardo molto importante che solidifica il valore della società dove il traguardo prefissato all’inizio campionato era la salvezza. Buoni i piazzamenti delle altre squadre.

2011-2012
Grosse novità in questa nuova stagione sportiva. A causa delle note questioni economiche che attanagliano tutto il mondo sportivo e dell’abbandono di parecchie società, sempre per gli stessi motivi, la federazione decide di sopprimere la categoria della serie B nazionale e di programmare solo la serie A2. La società del Vicenza decide di scommettere su un programma che porti a valorizzare la linea giovane. Parecchie giocatrici emigrano in altre società e il Vicenza si presenta ai nastri di partenza della nuova annata sportiva con una squadra composta da parecchie giocatrici della squadra primavera. Nei ranghi societari esce il Presidente Onorario Daniela Volpato per problemi famigliari e anche il Direttore Sportivo Federico Agresti cambia casacca accasandosi presso la compagine veronese del Valpolicella. Cambia quasi totalmente anche lo staff tecnico della società. Lascia mister Maurizio Veronese e al suo posto viene chiamato mister Zotti, già selezionatore della rappresentativa veneta. La squadra primavera viene affidata al nuovo mister Beniamino Dalla Riva mentre le esordienti fanno capo a mister Giuseppe Gaeta. Resta il preparatore dei portieri G. Paolo Giaretta. Sparisce la squadra delle giovani calciatrici che confluiscono nella società amica del Fimarc per affrontare il campionato di serie C regionale. La prima squadra nonostante la giovane età delle giocatrici non riesce a decollare e a metà stagione viene allontanato mister Zotti. Al suo posto viene chiamato il mister della primavera Beniamino Dalle Rive. Ad allenare la primavera viene chiamato Ferdinado Fabris. A fine campionato la prima squadra retrocede alla categoria regionale dopo avere perso di misura i play out contro la squadra emiliana del Castelvecchio. Durante la stagione è confortante il percorso della compagine delle esordienti che, nel periodo natalizio, vincono il torneo Stella Stellina della categoria. Sempre le stesse, assieme a parte della squadra primavera, raggiungono il secondo posto alle spalle della compagine americana al Torneo estivo Internazionale San Marino Cup.

2012-2013
La società decide di proseguire con il proprio progetto giovanile e richiede il ripescaggio in serie A2 confidando di fare un buon percorso, nonostante la retrocessione della passata stagione. Alla guida della prima squadra resta il mister Beniamino Dalla Riva che accetta di rimanere sposando il progetto della società. Come preparatore dei portieri arriva l’esperto Mario Baggio che sostituisce l’uscente G.Paolo Giaretta. La primavera viene affidata al mister Pedro Dal Bello. La squadra esordienti resta al vulcanico mister Giuseppe Gaeta. Nasce anche la nuova squadra Pulcine che viene affidata al mister Marino Frigo esperto allenatore dei settori giovanili maschili, reduce dalla fresca esperienza con la squadra del Fimarc e anche secondo allenatore della prima squadra nel primo periodo della stagione. Purtroppo la giovane età e i numerosi infortuni non permettono alla prima squadra di salvarsi e si retrocede a testa alta nella categoria regionale. La squadra primavera si posiziona in modo molto onorevole nella parte alta della classifica. Ci si presenta per la seconda volta al Torneo Internazionale San marino Cup con una squadra mista tra primavera ed esordienti che per la seconda volta consecutiva arriva seconda, alle spalle della forte squadra del Milan Inter. Da rilevare il primo posto nel proprio girone della Coppa Disciplina per la prima squadra. Parte il progetto “Integrare con lo sport” realizzato da Vicenza Calcio Femminile e dall’Unione Immigrati di Vicenza e Provincia con l’obiettivo di favorire l’integrazione tra le giovani italiane e ragazze appartenenti alle seconde generazioni di immigrati. Il progetto viene supportato dagli assessorati allo sport alla famiglia e alla pace di Vicenza.

2013-2014
E’ l’anno dello scudetto per le biancorosse che, guidate dal mister Pedro Dal Bello, diventano Campionesse d’Italia nella categoria Juniores. Sono sei i campionati disputati dalla società: Serie C interregionale dove le ragazze, allenate da mister Silvano Mantiero, ottengono il secondo posto in Coppa Veneto e il terzo nella Super Coppa Veneto; Primavera nazionale, che, grazie all’allenatore Gianni Marcon, si classifica prima al torneo San Marino Cup; Giovani Calciatrici regionali, sotto la guida di Dal Bello; Esordienti che, con il loro mister Aldo Falconero, si classificano prime al campionato primaverile; giovanissime del Calcio a 5 che con Gilberto Brugnolo sbaragliano le avversarie non solo al campionato regionale ma anche in Coppa Veneto; Pulcine, allenate da Silvia Marchetti e Sofia Carli. Come preparatore dei portieri viene confermato l’esperto Mario Baggio.

2014-2015
A guidare la prima squadra del Vicenza Calcio Femminile, che milita in serie C interregionale, torna Alessandro De Bortoli, ex allenatore biancorosso che sei anni prima sfiora la serie A2, dopo un meraviglioso campionato nell’anno 2007/2008 a un passo dalla promozione, che andò alla Fortitudo Mozzecane per un cavillo burocratico. De Bortoli è affiancato dal preparatore dei portieri Giancarlo Nascimben e dall’aiuto allenatrice Miralda Baseggio. Mister della Primavera nazionale viene confermato Pedro Dal Bello. All’interno del progetto di valorizzazione del settore giovanile della società viene costituita anche una nuova squadra: le Giovani Calciatrici con Rolando Mariotto, che torna a vestire i colori della Città dopo aver allenato le Primaverine biancorosse dal 2004 al 2007. E’ Aldo Falconero a guidare le biancorosse nel campionato Juniores nazionale mentre Marino Frigo allena la formazione delle Pulcine provinciali.

2015-2016
La stagione inizia con il ripescaggio della società nella categoria nazionale della serie B. Se il mister della Prima Squadra rimane Alessandro De Bortoli, a guidare le Primaverine è Miralda Baseggio, dopo la sfavillante performance delle ragazze da lei coordinate in occasione del Post Campionato Primavera. Ad allenare le Esordienti e le Giovani Calciatrici, invece, è confermato Rolando Mariotto, mister nel campionato Giovani Calciatrici durante la scorsa stagione, mentre le Pulcine sono supervisionate da Marino Frigo. All’inossidabile Giancarlo Nascimben il compito di coltivare i talenti dei portieri biancorossi. Sono introdotti anche due nuovi coordinatori, uno per il settore giovanile, Gilberto Brugnolo, che sarà anche il referente del Vicenza Calcio Femminile nelle relazioni con le squadre di calcio maschili, e uno che si occuperà dei rapporti Primavera/Prima Squadra, Mauro Padovan.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Info su uso dei cookies

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi